Mercato semiconduttori 2017: crescita pilotata dalle memorie

mercato_semiconduttori_2017_memorie_crescita

Nel contesto del mercato semiconduttori 2017, il mercato delle memorie è previsto salire del 10% contribuendo in modo significativo alla crescita totale del comparto.
Dopo l’aumento di oltre il 20% sia nel 2013 che nel 2014, il mercato delle memorie ha avuto, nel 2015 e nel 2016, tempi piuttosto difficili. Nessuna delle condizioni normalmente viste come favorevoli per stimolare la domanda e l’aumento dei prezzi per i dispositivi di memoria, come il consolidamento dei fornitori, la limitazione della capacità produttiva  e un crescente elenco di applicazioni emergenti, si è realizzata nel 2016. Invece un rallentamento della domanda nei personal computer ha portato, nella seconda metà del 2015, a scorte in eccesso e ulteriori tagli di prezzo. Ciò ha determinato un calo del 3% a 78 miliardi di dollari per il mercato delle memorie del 2015. Queste stesse deboli condizioni di mercato hanno proseguito nella prima metà del 2016 anche se nella seconda metà dell’anno si è assistito ad un consolidamento dei prezzi facendo chiudere il mercato con una flessione dell’1% anno su anno.

Memorie: DRAM e NAND in testa

Il McClean Report di IC Insights,  in fase di pubblicazione, prevede che il mercato delle memorie aumenterà del 10% a un nuovo record di 85,3 miliardi grazie agli aumenti dei prezzi medi di vendita per DRAM e per memorie flash NAND. Per il 2017, IC Insights prevede un forte aumento dei prezzi medi di vendita delle DRAM, che si prevede farà crescere il mercato delle DRAM dell’11%. Per il mercato della memoria flash NAND, solo segmento che ha mostrato un leggero aumento nel 2016, è prevista una crescita del 10% nel 2017. Insieme, DRAM e flash NAND contribuiranno a spingere il mercato totale delle memorie verso una crescita del 10% nel 2017.

La crescita del mercato delle memorie è previsto continuare in ogni anno in tutta la finestra di previsione che arriva fino al 2021 con un fatturato che raggiungerà i 100 miliardi di dollari per la prima volta nel 2020 per poi raggiungere quasi i 110 miliardi nel 2021.

Comments are closed.