Trasporto ferroviario: in Italia si viaggia in prima linea

Saranno 150 i nuovi treni regionali Pop che usciranno nei prossimi anni dallo stabilimento Alstom di Savigliano impattando fortemente sull’occupazione e le industrie della zona. Dopo la fase del Pendolino, che aveva visto la costruzione di 500 treni in 22 anni, si entra ora nel vivo della produzione dei nuovi mezzi per il trasporto ferroviario locale.
Si parla di un contratto per 16 milioni di euro che coinvolge circa 500 fornitori italiani.

Trasporto ferroviario: buone le esportazioni

Il settore trasporti – quindi le produzioni destinate al comparto ferroviario, indotto compreso, accanto a una buona fetta di componentistica automotive e alla produzione diretta di mezzi di trasporto – rappresenta una voce importante dell’industria della provincia di Cuneo e non solo. L’anno scorso, secondo la Camera di commercio, il comparto ha esportato per quasi un miliardo e mezzo, l’8,6% in più del 2016.

Si tratta della seconda voce per volumi delle esportazioni dopo l’agroalimentare. Il comparto dei trasporti arriva quasi al 20%, seguito dai macchinari con circa un miliardo. Tra le aziende più note, la Merlo, campione internazionale nella produzione di sollevatori telescopici, con oltre il 90% di produzione destinata ai mercati esteri.

 

Potrebbero interessarti anche:

L’inarrestabile crescita del mercato dei chip

Il DTAM europeo è in crescita

Comments are closed.