E-Mobility: trend, criticità e nuovi modelli di business

Oggi, uno degli argomenti che richiama maggiormente l’attenzione dei produttori di componenti elettronici e delle aziende del settore automotive e transportation è la mobilità elettrica in tutte le sue sfaccettature.

Se pensiamo che, secondo Statista, nel 2020 il 35% del totale valore di un’auto sarà rappresentato dall’elettronica e che questo valore passerà al 50%, si intuisce perchè i manufacturer di componenti elettronici pongono attenzione verso questo settore.

L’elettronica per i veicoli elettrici

Nei prossimi anni l’attenzione si porrà sicuramente su tutti quegli aspetti che nell’auto elettrica costituiscono una parte vitale:

  • Semiconduttori di potenza: saranno il cuore di tutte le funzionalità principali dell’auto. Powertrain, convertitori DC-DC, inverter per pilotaggio motori, sistemi di ricarica on board (wireless, veloci…);
  • Batterie: tecnologia, BMS (Battery Management System)…
  • Motori elettrici e relativi sistemi di pilotaggio, sistemi per il recupero di energia…
  • Sensori: per applicazioni ADAS (Advanced Driver Assistance System) e quindi di tutte le tipologie: MEMS, sensori di visione, Lidar…
  • Connessione: IoT, GPS…
I relatori dello Strategic Innovation Summit di Assodel

Lo Strategic Innovation Summit di Assodel

Assodel (Associazione Distretti Elettronica – Italia) ha deciso di mettere il settore dell’e-mobility al centro del suo Strategic Innovation Summit – lo scorso 19 giugno a Modena – proprio con l’obiettivo di analizzarne le criticità, le opportunità e prospettive future.

L’evento ha riunito esperti imprenditoriali di alcune grandi aziende italiane – come Tazzari, Askoll, Scame Parre, EvWay – ed esponenti istituzionali – come il MIP del Politecnico di Milano, Motus-E, Ionity Italia – per delineare lo stato di avanzamento del mercato in materia di normative, standard, infrastrutture e tecnologie. Oltre alla presentazione di alcune best practice di ispirazione per livello di innovazione e sostenibilità, il confronto ha toccato alcuni aspetti critici del settore: le prospettive di sviluppo della mobilità elettrica in Italia; gli standard europei di riferimento delle colonnine di ricarica; il confronto a livello tecnologico e di performance nella produzione di batterie.

Oltre 180 sono stati i manager e i CEO intervenuti, interessati a conoscere il meglio il settore ma anche a capire come la tecnologia possa far fare un salto di qualità alle imprese verso un nuovo modello di business.

Presente anche un’area demo e-live

Accanto alle sessioni convegnistiche, presente anche un’area demo con l’innovazione applicata: un’auto totalmente elettrica di Tazzari, lo scooter di Askoll, la moto da corsa elettrica del team dell’Università di Bologna e le colonnine intelligenti per auto e bici elettriche di Scame e Ev-Way.ta, è in mostra l’innovazione applicata: un’auto totalmente elettrica di Tazzari, lo scooter di Askoll e le colonnine intelligenti per auto e bici elettriche di Scame e Ev-Way.

A breve saranno disponibili gli atti del convegno e la speciale guida sulla E-mobility di Assodel. Chiedici info

Comments are closed.