Una buona fine d’anno per il mercato elettronico europeo, ma…

Secondo IDEA, le vendite del mercato elettronico europeo attraverso la distribuzione hanno continuato a crescere nell’ultimo trimestre del 2018, ma le nuvole economiche si stanno facendo sempre più scure…

Nonostante il continuo rallentamento dell’economia globale nell’ultimo trimestre del 2018, la crescita nel mercato europeo della distribuzione di componenti elettronici, nel quarto trimestre 2018, è stata del 7% circa rispetto allo stesso trimestre del 2017. Il fatturato, sempre nel quarto trimestre del 2018, è stato inferiore rispetto al terzo trimestre, anche se questo è un aspetto tipico della fine dell’anno.

Il fatturato totale riportato dalle associazioni di categoria mostrano una crescita dell’8,3% nel quarto trimestre 2018 rispetto al quarto trimestre 2017 e del 7,1% nell’intero 2018 rispetto al 2017. Dopo 8 trimestri consecutivi positivi, il book-to-bill è sceso però a 0,99 segnalando che la crescita del mercato sta rallentando.

La situazione macroeconomica

Secondo il World Economic Outlook del Fondo Monetario Internazionale, pubblicato nel gennaio 2019, “L’economia globale continua a crescere, ma l’incremento del terzo trimestre ha deluso alcune economie. Alcuni fattori (come nuovi standard di emissione di carburante in Germania, disastri naturali in Giappone) hanno pesato sull’attività nelle grandi economie. Ma questi sviluppi si sono verificati in un contesto di indebolimento dei mercati finanziari, incertezza nelle politiche commerciali e preoccupazioni per le prospettive della Cina. Mentre l’annuncio del 1° dicembre di sospendere gli aumenti tariffari per 90 giorni nella disputa commerciale tra Stati Uniti e Cina, la possibilità di riapertura delle tensioni in primavera getta un’ombra sulle prospettive economiche globali. Le condizioni finanziarie nelle economie avanzate si sono irrigidite dall’autunno del 2018. Le preoccupazioni per la chiusura del governo degli Stati Uniti hanno ulteriormente pesato sul clima del settore finanziario verso la fine dell’anno. Anche le principali banche centrali sembrano adottare un approccio più cauto. Mentre la Federal Reserve statunitense ha alzato il target range per il tasso dei fondi federali al 2,25-2,50% a dicembre, ha segnalato un ritmo più graduale degli aumenti dei tassi nel 2019 e 2020. In linea con la precedente comunicazione, la Banca Centrale Europea ha chiuso il proprio patrimonio netto acquisti a dicembre.”

Non è tutto oro ciò che luccica…

La chiusura dei gap di produzione e il deprezzamento della valuta hanno portato le banche centrali in molte economie emergenti ad alzare i tassi ufficiali. Al contrario, le banche centrali in Cina e India hanno mantenuto i tassi ufficiali in sospeso e hanno agito per allentare le condizioni di finanziamento interne.

“La crescita globale nel 2018 è stimata al 3,7%, ma i segnali di un rallentamento nella seconda metà del 2018 hanno portato a revisioni al ribasso. La debolezza nella seconda metà del 2018 si ripercuoterà sui prossimi trimestri, con una crescita globale proiettata al 3,5% nel 2019. Questo modello di crescita riflette un persistente calo del tasso di crescita delle economie avanzate da livelli sopra la tendenza insieme con un temporaneo calo del tasso di crescita per le economie emergenti e in via di sviluppo nel 2019, riflettendo le contrazioni in Argentina e Turchia, nonché l’impatto delle azioni commerciali sulla Cina e altre economie asiatiche “.

Quindi, anche se il 2018 è stato un buon anno per il mercato della distribuzione di componenti elettronici in tutto il mondo, le prospettive economiche sono in calo… dobbiamo essere cauti!

Mercato elettronico europeo: una crescita rallentata

Guardando i dati delle statistiche europee dei componenti elettronici del Q4 2018 possiamo vedere i risultati per il totale del 2018.

Grafico_T3_fatturato_distribuzione_europea_ok

Come si può vedere in Graphic T3 c’è stata una crescita nel quarto trimestre del 2018 rispetto al quarto trimestre 2017 in tutti i paesi europei. La crescita è stata più elevata in Svizzera al 16,4% e la più bassa in Nordic con una crescita dell’1,2%. Complessivamente la crescita è stata dell’8,3%. L’ultimo trimestre dell’anno, in linea con il normale andamento stagionale, ha mostrato una diminuzione nel terzo trimestre nella maggior parte dei paesi, ad eccezione dell’Austria e del Nordic. Complessivamente la crescita delle vendite nel 2018 rispetto al 2017 è stata del 7,1%. La crescita delle vendite è stata la più alta in Austria (la porta verso le economie dell’Europa orientale) al 15,8% e la più bassa in Nordic con un calo dell’1,8%. Le cifre mostrate in Graphic T2 mostra che l’ordinato nel quarto trimestre del 2018 è stato complessivamente inferiore del 12,1% rispetto al terzo trimestre 2018, ma complessivamente pari al 4,8% (nel 2018 rispetto al 2017).

Grafico_T2_ordinato_distribuzione_europea

Potrebbero interessarti anche:
Georg Steinberger è il nuovo presidente di IDEA
L’elettronica secondo IDEA

Comments are closed.